19 Feb. 2018 | 07:00
METEO, ondata gelida di fine mese, analisi e conseguenze

Aria fredda verso l'Italia dopo il 20 Febbraio

Aria fredda verso l'Italia dopo il 20 Febbraio
Vi proponiamo una tendenza meteo, supportata da mappe tecniche internazionali provenienti dai principali modelli di previsione.
La stagione invernale, fin qui povera di nevicate in pianura e anche di freddo, potrebbe risvegliarsi tra la fine di Febbraio e i primi di Marzo.
Avevamo parlato in precedenti articoli del forte riscaldamento in atto nella stratosfera: lo strat-warming più potente degli ultimi 30 anni.
Non sappiamo se ciò che analizzeremo sarà originato proprio da questo sconvolgimento atmosferico.

SITUAZIONE - A partire dal 20 Febbraio l'alta pressione delle Azzorre, che avrà raggiunto l'Europa centro-meridionale dal 16-17 del mese, si sposterà gradualmente verso l'oceano Atlantico per poi dirigersi verso la Scandinavia. Questa manovra favorirà l'arrivo di aria gelida dai settori artico-continentali.

EVOLUZIONE E CONSEGUENZE - L'aggiornamento di Venerdì 16 Febbraio si scosta ulteriormente dai precedenti.
Con la situazione descritta, un nucleo molto freddo in quota attraverserebbe la Germania per poi dirigersi verso la Francia sudorientale (valle del Rodano). Da qui farebbe il suo ingresso in Italia.
Così facendo, un centro depressionario si formerebbe sul mar Ligure con conseguente maltempo freddo su gran parte delle regioni italiane, tra il 20 e il 22 Febbraio.
Sembra che successivamente, a partire dal 24 febbraio, l'alta pressione si sposterà verso il mare Artico, facendo scorrere a latitudini più settentrionali la massa gelida continentale.

CONCLUSIONI- Ogni giorno i modelli internazionali di previsione ci propinano una differente configurazione atmosferica, come ad indicare "la situazione è ancora in evoluzione".
Quando avviene uno strat-warming eccezionale le configurazioni bariche possibili sono parecchie e di difficile interpretazione a distanza di giorni.
Noi per ora ci limiteremo ad analizzare ogni singola uscita modellistica, in attesa di una linea comune tra i vari sistemi di previsione.Carta ecmwf

Carta ecmwf




Torna alla home notizie