GRAFICO ENSEMBLE BRESCIA

grafico

Il grafico degli spaghetti si legge in maniera molto più semplice di quel che sembra.

Gli spaghetti sono divisi in due parti. In basso sono indicate le precipitazioni e a metà grafico le temperature. Seguono i dati della asse x a sinistra le temperature (quindi si riferisce agli spaghi centrali) e a destra le precipitazioni in mm (quindi agli spaghi in basso).

La linea temporale è indicata dall’asse x con le giornate che non superano mai i 16 giorni.

I dati sono riferiti a Verona, ma valgono per un’area molto più grande.

La quota espressa in hp (in questo caso 850). Sì, in meteorologia vogliamo complicarci la vita ed indichiamo la quota con il valore della pressione, che è pure variabile. Per essere super precisi bisogna guardare gli spaghi delle quote, ma per approssimazione possiamo dire che 850 Hpa corrispondo circa a 1.400 m.

Adesso cerchiamo di capire cosa significa quella matassa colorata.

Il modello viene inizializzato ogni 6 ore. Ogni 6 ore si hanno i dati in input aggiornati al momento (una enorme quantità di dati da tutto il globo: temperature, pressioni, venti, ecc...). Quindi l’elaboratore, ovvero un enorme computer dedicato solo a quello inizia a calcolare (il cosiddetto "run"). Ma prima che finisce il suo ciclo di calcolo che può durare anche più di 24 ore, arrivano dati freschi aggiornati (ogni 6 ore abbiamo detto), quindi viene eseguito un secondo ciclo di calcolo in parallelo al primo. La cosa procede fino a quando il primo run non dia i risultati, così da poter impiegare quel ciclo di calcolo con un nuovo ciclo.

Si hanno così ogni 6 ore dei risultati diversi, visto che i dati di partenza erano diversi, anche se di poco. Ed ecco i colori.

Ogni colore è un ciclo di calcolo. Il principale, che dovrebbe essere il più recente, quindi il più veritiero è il BLU scuro (dal tedesco Hauptlauf). Quello bianco è la media di tutti i cicli, mentre la riga rossa non è altro che la media termica degli ultimi 30 anni (come scritto in tedesco) e c’è solo per le temperature.